Torna al Blog

Aiuta il tuo cervello a funzionare al meglio con la Rodiola

​

Nella nostra carrellata di piante adattogene non posso non includere lei: la Rhodiola rosea, pianta della famiglia delle Crassulaceae originaria della Siberia, quindi adatta a vivere in zone rocciose ad elevate altitudini. Si utilizza la radice, chiamata anche “radice d’oro” o “radice artica” soprattutto a scopo rinvigorente. 

Si tratta di un adattogeno particolarmente attivo a livello endocrino e del sistema nervoso centrale. L’effetto nootropo (migliora la capacità di apprendimento e di memoria) è riconducibile alla presenza di glucosidi fenilpropanoidici. 

Regola molte funzioni ormonali che vengono stimolate dal cervello. Lavora su ipofisi, epifisi, ipotalamo (regola ritmi biologici sonno – veglia, ritmo circa mensile – annuale), gonadi (aumenta libido, migliora la fertilità).

Particolarmente attiva a livello mentale, risulta utile nella lieve depressione (migliorando l’umore), nei processi degenerativi del sistema nervosa centrale, nell’ansia (riporta la serenità aumentando i livelli di serotonina nel sangue), nella diminuzione della memoria e delle capacità cognitive (agendo sui livelli di dopamina e noradrenalina) e nella riduzione libidica e della fertilità. 

Conosciuto anche come dimagrante in quanto, riequilibrando il sistema neuroendocrino, attenua la fame nervosa, il desiderio compulsivo di dolci e migliora il segnale di sazietà (grazie alla dopamina).

Antiaritmica, protettiva del cuore. Adatta quando si ha la sensazione di avere il cuore vuoto, quando manca la fede, in quanto riporta la speranza, la vitalità.

​

​

​

​