Torna al Blog

La fitoterapia ci viene in soccorso nel promuovere la sana longevità.

Col passare degli anni, infatti, i tessuti tendono a sclerotizzarsi, le funzioni biologiche a rallentare, i ritmi fisiologici ad alterarsi.

​

Perciò, diventa necessario sostenere la flessibilità, restituire fluidità e nutrimento ai tessuti, drenare, eliminare le tossine, attivare gli antiossidanti, ed anche mantenere i ritmi fisiologici relativi al sonno e alla fame.

Tutte le antiche tradizioni mediche contemplavano dei rimedi per mantenersi giovani: 

A.    in Medicina Cinese si parla di rimedi di lunga vita, di tonici – adattogeni. Si tratta delle cosidette 120 erbe dell’Imperatore, che controllano il mantenimento della vita prolungandola e tonificando il Qi (energia vitale). 

​

Lo Shen Nong Ben Cao (Divine Farmer’s Materia Medica del 250 a.c.) riporta: 

​

“La classe superiore comprende 120 erbe. 

Sono le erbe dell’imperatore.

 Controllano il mantenimento della vita, non sono tossiche. 

L’assunzione anche di grandi quantità per lunghi periodi di tempo non è dannosa. 

Se uno vuole tonificare il Qi e prolungare la vita senza invecchiare,

 deve prendere le erbe appartenenti a questa classe”.

​

Si prendono cura dell’organismo nel suo insieme, in maniera PNEI (Psiconeuroendocrinoimmunologia), rafforzando la costituzione della persona. 

Definiti tonici in quanto tonificano l’energia vitale. 

Si tratta di bioregolatori naturali chiamati anche adattogeni perchè aumentano lo stato di resistenza - adattamento del corpo nei confronti dello stress. 

In un’ottica di salutogenesi, sviluppano le risorse alla base dello stato di benessere.

​

B.    in Ayurveda si parla di Rasayana (Charaka Samhita): la settima delle otto specialità cliniche della medicina classica Ayurvedica.

Rasayana (Rasa + Ayana, sentiero del Rasa) si riferisce alla nutrizione e alla trasformazione nel corpo. Rasa è il primo livello di tessuto che nutre tutti gli altri tessuti. Questo stato di nutrizione avanzata si pensa porti una serie di attributi secondari come la prevenzione d’invecchiamento, la longevità, l’immunità contro le malattie, la prontezza mentale, l’aumento della vitalità.

​

“La scienza dei Rasayana è quella conoscenza 

che mantiene la persona il più vicino possibile alla sua costituzione di nascita (prakriti), 

che promuove la longevità (ayuskara), 

l’intelligenza (medhakara) e la forza (balakara), 

e che è in grado di prevenire i disordini (roga apaharana)” 

(da Susruta Samhita Sut 1.10)

​

Secondo l’Ayurveda, i rimedi fitoterapici vengono utilizzati in abbinamento a terapie alternative quali il massaggio, lo yoga e la meditazione con risultati spesso sorprendenti sia a livello fisico che psichico.

​

Questi rimedi, arrivando dall’Asia, solitamente si trovano in occidente sotto forma di estratto secco in capsule, compresse o polvere sfusa.

Nei prossimi articoli vedremo nel dettaglio alcuni di questi fantastici rimedi, molto utili e maneggevoli.

Vincere il tempo con la fitoterapia